web creation software

Al tempo del Covid-19
L’emergenza che stiamo vivendo mette a dura prova l’equilibrio psicologico sociale e individuale.
Dal punto di vista sociale occorre confrontarsi ogni giorno con la “distanza fisica” (non sociale) e le misure di protezione generale
(mascherina, guanti, disinfettante) per combattere qualcosa di invisibile che va a stimolare l’immaginazione.
Tutto ciò può originare un ritiro sociale collettivo, dominato dalla paura o addirittura terrore di un pericolo che viene proiettato nell’ambiente esterno vissuto come pericoloso e nell’avvicinamento fisico vissuto come principale causa del contagio.
Rimanere isolati per proteggere se stessi e gli altri, responsabilizza e diventa una buona norma di comportamento, ma è una modalità forzata che va contro all’innato “essere sociale” tipico della natura umana, per cui possono emergere senso di isolamento e solitudine, rabbia, tristezza, frustrazione o, nei casi più estremi, angoscia.
Dal punto di vista individuale sono molteplici gli effetti dell’attuale situazione, a seconda delle variabili che l’emergenza Covid-19 va a intaccare: sanitarie, familiari, professionali ed economiche.
In generale si può provare un forte senso di impotenza che può divenire passività personale di fronte a qualsiasi difficoltà emergente. Passività di fronte al dolore della perdita di una persona cara vissuta in un modo totalmente nuovo, senza possibilità di alcun rito funebre,
senza possibilità di partecipazione.
Passività di fronte a danni economici subiti per proteggere se stessi e gli altri.
Riconoscere alcuni segnali di disagio e sofferenza personali può essere il primo passo per uscire dall’impotenza e da un atteggiamento passivo, è l’aiuto che ognuno di noi può dare a se stesso o a chi gli è vicino.

Mobirise



“Essere consapevoli di ciò che si prova dentro di se, senza sentirsi sbagliati, è il passo fondamentale per essere padroni di se stessi”
(Arthur Schopenhauer)

Svolgo il mio lavoro con passione e dedizione, considero l’individuo nella sua totalità, unica e irripetibile per cui ritengo fondamentale la “centralità della persona” (Rogers C.). Credo che ogni essere umano possieda le risorse per comprendere il proprio modo di essere, per cui il mio lavoro si basa su percorsi di consapevolezza.
Conoscere meglio se stessi aiuta l’accesso alla naturale capacità di auto-aiutarsi con proprie risorse e stimola ad assumersi la responsabilità delle proprie esperienze.
Ho una naturale propensione all’ascolto attento ed empatico ovvero al sintonizzarmi e comprendere gli stati emotivi altrui. La capacità empatica presuppone la sospensione del giudizio e l’assenza di interpretazione: il vissuto personale, qualunque esso sia, ha un senso e un significato per chi lo sta sperimentando.
Fasi di cambiamento dovute a fattori interni o esterni possono dare origine a confusione e disorientamento che portano sofferenza di diversa intensità.  

Nel 2009 ho conseguito la laurea triennale in Scienze e Tecniche Neuropsicologiche e nel 2011 ho conseguito la laurea magistrale in Psicologia Clinica e di Comunità presso l’Università degli Studi di Torino. Sono iscritta all’Ordine degli Psicologi del Piemonte (nr. 6776).

Lavoro dal 2013 come libera professionista Le tematiche trattate nell’area di intervento di mia competenza riguardano: il sostegno psicologico; la prevenzione del disagio personale; l’identificazione di fattori cognitivi, emotivi, comportamentali che creano o sostengono il disagio personale; il vissuto emotivo in relazione a situazioni difficili; le modalità di gestione di momenti di crisi personale correlate a fasi del ciclo di vita oppure all’ambiente esterno; la promozione del benessere psicologico individuale o di gruppo; la crescita personale.

Offro consulenze e sostegno psicologico on-line. Il servizio è rivolto a maggiorenni.

  • La consulenza psicologica è attività propria dello psicologo ed è disciplinata dalla legge 56/89, riguarda una specifica problematica vissuta e si svolge in un numero limitato di colloqui che hanno lo scopo di portare maggiore chiarezza su come affrontare la questione in autonomia in base alle risorse presenti. 
  • Il sostegno psicologico si rivolge a persone che stanno vivendo una crisi personale o disagio in riferimento ad una situazione o un determinato momento di vita che apporta cambiamenti (ad esempio una separazione, assistere un familiare con disabilità, voler migliorare la qualità delle relazioni affettive, una nascita, difficoltà nella gestione dei figli, un cambiamento lavorativo e così via). Il sostegno psicologico mira a stimolare le risorse personali fornendo supporto nella gestione delle problematiche emotive, relazionali, psicologiche per ritrovare uno stato di benessere personale. 
  • Lo svolgimento delle prestazioni verrà effettuato in osservanza al Codice Deontologico degli Psicologi Italiani, alle linee di indirizzo approvate dall’Ordine Nazionale degli Psicologi in materia di prestazioni on line, della normativa sulla privacy.

I colloqui potranno essere effettuati telefonicamente, in video chiamata oppure utilizzando Skype: 
la modalità verrà concordata durante il primo contatto.


Nel momento antecedente l’inizio della prestazione professionale verrà inviato per posta elettronica
il modulo per il consenso informato da restituire firmato.
Il pagamento potrà avvenire con bonifico bancario.

La ricevuta fiscale verrà emessa successivamente al pagamento.
Il costo della prestazione professionale on-line si basa sul tariffario nazionale vigente e verrà comunicato privatamente.

Contatti

Telefono:

3779647338

Borgogno Monica  - Sede legale Costigliole d'Asti (AT) - Iscrizione all'Albo 6776 - partita iva 01533860050 - normativa privacy e cookie policy
© Copyright 2020 Monica Borgogno - All Rights Reserved - Made by KappaDesign